Feedback dal corso “Matematica con le mani-Dalle figure alle funzioni con Emma Castelnuovo”

Author: 7 commenti Share:

Condividiamo con molto piacere alcune foto: si tratta dei contributi che i corsisti ci hanno inviato per il report finale delle diverse attività svolte nelle loro classi, in occasione dei webinar organizzati anche quest’anno da Diesse e dalla bravissima collega Anna Rita Silenzi, e tenuti da Carla Degli Esposti come formatrice, Giulia Tronelli e Francesca Zangari come tutor.

Giunto ormai alla quarta edizione, il ciclo di incontri di formazione proposto da Carla è stato ricco di attività, valide sia per chi non ha mai fatto esperienze laboratoriali con la didattica di Emma Castelnuovo, sia per chi ci segue ormai da diversi anni.

Dalla costruzione delle figure piane e solide con i materiali cari a Emma (listelli, spaghi, cartoncini, cannucce) alla scoperta delle proprietà fino ad arrivare alle funzioni.

Un sguardo particolare è stato dato anche alle scienze, sia fisiche che biologiche, perché come scrive Emma in “Didattica della matematica”: L‘insegnamento delle Scienze dovrebbe avere per scopo di abituare “a saper guardare”, portando poi i ragazzi dal qualitativo al quantitativo, valendosi dell’abito mentale dello studio della matematica”. Diversi i fenomeni indagati nel corso dei webinar: dallo studio della capillarità, alla forma delle foglie, ai sacchi di Galileo fino a spingersi a studiare le ombre e a scoprire le trasformazioni affini.

Impareggiabile “L’angolino didattico:  In classe con Emma“, contributo che Carla ci ha regalato di volta in volta su alcune questioni didattiche importanti: il quaderno di matematica, il test d’ingresso, i tempi della lezione, la verifica.

I contributi sono stati tantissimi e molto validi, ci scusiamo per il fatto di non poterli pubblicare tutti in questo post!

Ricordiamo in questa occasione che “Emmametodo” nasce come luogo per condividere esperienze legate al libro “La Matematica” e ogni docente che voglia contribuire con un post può usare questo spazio per raccontarci le attività che ha proposto in classe, anche in seguito a questo o ad altri corsi.

Previous Article

Alla ricerca dell’area del rombo

Next Article

Con le squadre di tecnologia (2): le isometrie

You may also like

7 commenti

  1. Interessante :il materiale concreto aiuta il bambino a conquistare padronanza delle prime conoscenze matematiche.

  2. È molto generoso pubblicare il materiale utilizzato, grazie alle cortesi colleghe.

  3. Salve. Sono una Docente in pensione. Ho usato i testi di Emma Castelnuovo per quasi 20 anni. Mi sono trovata benissimo ed i miei alunni sono sempre stati interessati, curiosi e divertiti. Il metodo di Emma Castelnuovo ha contribuito a fare amare la matematica e le scienze. Mi fa piacere che si faccia formazione in tal senso . Finalmente una formazione che serve. Infatti molti Docenti non conoscono questi testi o li reputano difficili per i ragazzi. Continuate così e buon lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *