In ricordo di Emma

Author: Nessun commento Share:

In occasione dell’anniversario della nascita di Emma Castelnuovo, condividiamo un ricordo che ci ha voluto regalare Carla Degli Esposti:

Buon compleanno Emma

di Carla Degli Esposti

12-12-13 sono i numeri di Emma Castelnuovo: la data della sua nascita avvenuta a Roma il 12 dicembre 1913.

Oggi nel 105esimo anniversario di questo giorno così importante per il mondo scientifico e non solo desidero ricordare la grandezza e la genialità di questa donna che ha sfidato con le sue idee innovatrici le istituzioni e il pensiero dominante della sua epoca. Nel corso del tempo, cioè dagli anni cinquanta, molta strada è stata fatta grazie al suo contributo nel cambiamento della didattica della matematica sia in Italia che all’estero.

Oltre ai famosi Programmi del 1979 ispirati fortemente al suo metodo , le Indicazioni Nazionali del curricolo  rappresentano  la formalizzazione del carattere costruttivo e laboratoriale della metodologia di Emma Castelnuovo.

Anche se ci ha lasciato da qualche anno si continua a parlare molto di Emma, delle sue opere alcune delle quali sono state recentemente rieditate.

I suoi testi per la scuola media ancora in adozione dopo 70 anni dall’uscita della prima edizione, un primato assoluto nel campo dell’editoria scolastica, mostrano una perfetta aderenza alle Indicazioni  del legislatore, possiedono  una freschezza, una complessità, una modernità che conquista chi ha modo di conoscerli  e sceglie di utilizzarli in classe.

Io ho creduto in lei fin dal primo momento in cui misi piede nella scuola media Tasso di Roma dove insegnava e dove aveva allestito con i suoi 171 allievi la prima eccezionale Esposizione di Matematica.

In seguito con mio grande stupore e iniziale incredulità, mi ha coinvolto sempre più nel suo lavoro di ricercatrice, formatrice, scrittrice. Sono stata una privilegiata, lo so, e ogni volta che penso a lei, a tutto quello che mi ha insegnato senza darlo a vedere, sento l’urgenza di mantenere viva la sua voce.

Ecco perchè chiudo questo breve ricordo con le parole, tratte dalla “Prefazione ai ragazzi” con cui Emma Castelnuovo era solita iniziare, fin dalle prime edizioni, i suoi testi scolastici per la scuola media.

“Cari ragazzi,[…] sono sicura che dopo aver letto le pagine di questo libro direte: Ma questa non è matematica, non ci sono problemi difficili da risolvere. Ma riflettete: in queste pagine sono toccati i più gravi problemi che la realtà abbia mai proposto all’uomo; sono questi i veri problemi che l’umanità ha affrontato nel corso dei secoli, per poter risolvere quelle questioni che la tecnica, il commercio, l’industria , la natura stessa imponeva giornalmente: sono problemi che ne aprono sempre di nuovi, di veri, di reali. Voi stessi sarete condotti a porvi delle questioni, a pensare degli altri problemi; e il pensare un problema, il porsi delle questioni e dei perché è ancora più difficile che saperli risolvere ed è più bello. E’ in questo che consiste la matematica. E’ quanto ho cercato di farvi capire nelle pagine del libro.

Leggetelo: è stato scritto per voi. “

Firmato: EMMA CASTELNUOVO

 

 

 

 

Previous Article

Formazione ad Ascoli Piceno

Next Article

Cerchio e dintorni – parte 3

You may also like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *